Sabato 15 Giugno 2019

EXPO RIVA SCHUH E GARDABAGS: LA SOSTENIBILITÀ COME LEVA COMPETITIVA PER LA FILIERA CALZATURE E ACCESSORI

Expo Riva Schuh e Gardabags hanno aperto la 92a edizione sotto il segno della sostenibilità con l'opening talk "La sostenibilità di filiera del sistema moda".

L'impegno green di Riva del Garda Fierecongressi, unico ente fieristico italiano con la certificazione ISO 20121 per i Sistemi di Gestione Sostenibile degli Eventi, ha portato gli organizzatori a dedicare il momento inaugurale della manifestazione alla sostenibilità e a come si declina lungo tutta la filiera, dalla produzione al consumatore finale.

La sostenibilità è oggi un’opportunità concreta di tutela per il pianeta ma anche uno strumento indispensabile per essere competitivi a livello internazionale. – ha dichiarato Giovanni Laezza, Direttore Generale di Riva del Garda FierecongressiIn risposta a questa esigenza del mercato, stiamo lavorando insieme ai nostri stakeholder alla costruzione di un’etica sociale che, durante le prossime edizioni di Expo Riva Schuh e Gardabags, ci porterà a tracciare e gestire consapevolmente la totalità dei rifiuti prodotti durante manifestazione con l’obiettivo di arrivare nel 2020 a riciclarne almeno l’85%”.

L'attenzione alla sostenibilità è un valore sempre più percepito dai consumatori. Secondo lo studio “Sustainability matters, but does it sells?” - realizzato da McKinsey&Company in collaborazione con la Camera nazionale della moda italiana (Cnmi)  e presentato durante la terza edizione della International Roundtable on Sustainability lo scorso marzo - il 70% dei consumatori è disposto a scegliere un prodotto ecosostenibile al posto di uno a maggiore impatto ambientale, spendendo il 5% o il 10% in più. In virtù di questo potenziale di vendita i negozi multimarca investono e investiranno sempre di più nei prodotti green.

Lars Doemer, Direttore e co-fondatore di GoBlu, società internazionale di servizi e acceleratore di sostenibilità per aziende del sistema moda, ha illustrato nel suo intervento le leve strategiche per le aziende che scelgono di intraprendere la strada di una produzione più etica e compatibile con l'ambiente. La parola chiave è certamente trasparenza, intesa non solo come volontà di fornire informazioni, ma come processo attivo per far crescere il proprio business attraverso la conoscenza e lo scambio costante di informazioni con la rete di fornitori e partner. Si tratta quindi di un percorso coerente di consapevolezza che porta a crescere insieme alla propria filiera nell'impegno a garantire un prodotto rispettoso dell'ambiente e delle persone, come hanno già fatto alcune case history illustrate da Doemer. Una sostenibilità non solo ambientale, quindi, ma anche sociale ed economica.

Questa scelta sta diventando sempre più condivisa e comunicata anche da grandi brand del lusso, come illustrato da Cinzia Malvini, giornalista di costume e moda La7 e Book, moderatrice dell'evento.

Una spinta che viene anche "dal basso" da alcuni esempi di start up e piccole realtà artigiane che, anche grazie ai social e all'e-commerce, riescono a portare avanti progetti interessanti nel campo del riciclo e nella scelta di materiali eco-compatibili.

“La moda è abile nell’intercettare i cambiamenti e Gardabags, il progetto di Expo Riva Schuh dedicato a borse e accessori ne è un chiaro esempio – ha esordito Carla Costa, Responsabile Area Fiere di Riva del Garda Fierecongressila quasi totalità dei suoi espositori, infatti, si dimostra attenta al tema e questo diventa ancora più significativo quanto si considera che il 39% di questi arriva da fuori Europa e da Paesi in cui l’argomento ha iniziato a essere affrontato solo da pochissimo tempo”.

Grazie al dialogo con Tiziano Guardini, fashion designer vincitore nel 2017 del premio Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer, è stato esplorato anche il punto di vista del design attento all'aspetto etico e sostenibile della moda. Un impegno che impone decisioni  consapevoli e responsabili soprattutto nel delicato rapporto tra fase del design e produzione industriale.